GEOLOGIA

Patrimonio dell’ umanitá

Durante il 33° incontro del comitato del Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, che si è tenuto il 26 giugno 2009 a Siviglia, le Dolomiti e il Bletterbach sono stati inseriti nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. La loro singolare bellezza e l’importanza scientifica della geologia e geomorfologia sono stati determinanti per l’ottenimento di questo riconoscimento.

Il patrimonio dell’umanità Dolomiti comprende 142.000 ettari e si estende alle Province di Belluno con la Regione Veneto, Provincia autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento e Provincia di Pordenone e Provincia di Udine con la Regione autonoma di Friuli Venezia Giulia:

Questo riconoscimento comporta un impegno speciale in relazione alla protezione ed allo sviluppo sostenibile di questa zona.

La fondazione Dolomiti UNESCO ha la sua sede a Belluno ed ha cinque sedi operative nelle singole Province. La presidenza passa da provincia a provincia ed è attribuita alle singole Province con cadenza triennale. Da maggio 2013 la presidenza spetta alla Provincia di Bolzano.

In base alle direttive dell’UNESCO è stato elaborato un Piano di gestione che servirà per garantire l’integrità e l’unicità dell’area.

Volete saperne di più? Troverete sul sito dell’Ufficio Parchi Naturali delle provincia di Bolzano, sul sito delle Fondazione Dolomiti UNESCO e nella broschure del Patrimonio Dolomiti UNESCO ulteriori informazioni.

Piano di gestione GEOPARC Bletterbach in download.

Zone del Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO